google-site-verification=cv0NSL7SuVJnZS6KKQ9lZ8VoHhNzJ3YAmUVPuKu7cRs
 

Cataratta secondaria

Dott. Gaetano Gallo Afflitto

Una buona percentuale dei pazienti negli anni successivi all’intervento di cataratta sviluppa questa patologia. Essa consiste nell’opacizzazione dell’involucro naturale (capsula) in cui...

...è contenuto il cristallino artificiale e che, volutamente, il chirurgo ha lasciato in sede come supporto per la lente impiantata. A seguito della proliferazione di alcune cellule sulla superficie, la capsula, nei mesi e negli anni successivi all’intervento, perde trasparenza in maniera progressivamente crescente determinando una riduzione dell’acuità visiva.
A seconda del grado di opacità, l’oculista, valutando benefici e rischi, potrà proporre la rimozione di questa perdita di trasparenza mediante l’applicazione di una luce laser con un trattamento ambulatoriale. Si tratta di una procedura rapida ed indolore che, in genere, in una sola seduta risolve completamente una condizione altrimenti non risolvibile e che, già dal giorno successivo alla sua realizzazione induce un miglioramento non indifferente della qualità della vista.

Vuoi ulteriori chiarimenti o desideri prenotare una visita? Clicca qui!